LA STORIA

C’era una volta…

Sarebbe bello iniziare così la storia di WinePIX, perché ogni progetto personale che si realizza è fonte di orgoglio come nelle più belle favole, ma non lo faremo. Cerchiamo di essere pratici raccontando tutti gli step che hanno portato alla luce la nostra creazione.

2013

la nascita…

WinePIX è un’app che accorcia le distanze tra produttori e consumatori e crea delle sinergie importanti anche in termini commerciali.

Nel luglio 2013 WinePIX era ancora un piccolo progetto circoscritto all’interno di confini ben più ampi della tecnologia come quelli del riconoscimento biometrico.

La nostra passione e le risposte incoraggianti degli operatori del settore che iniziavano ad interessarsi alla piattaforma ci hanno portato in breve tempo a far crescere questo progetto e renderlo accessibile a tutti.

Nel gennaio 2014 viene rilasciata la versione 2.0 di WinePIX, sviluppata secondo un modello di business ben preciso, che mirava a soddisfare le esigenze e i bisogni che avevamo considerato essenziali nella fase di start up.

La domanda che tutti ci hanno posto in quel periodo risuonava costantemente nelle nostre teste.

Si ma cosa fa WinePIX 2.0?

2014

si fa sul serio…

Riconosce automaticamente il vino, analizzando la foto dell’etichetta frontale della bottiglia.

Rende disponibile un’area personale in cui è possibile tenere traccia di tutti i vini degustati o di cui ti vuoi ricordare.

l

Permette all’utente di recensire i vini, esprimere una valutazione e condividere le attività come recensioni e riconoscimenti su Facebook.

Visualizza le tendenze della community di WinePIX, offrendo una lista dei vini più apprezzati.

Ti dice quali sono i vini migliori da consumare con una determinata tipologia di cibo.

Offre informazioni sulle cantine, strade del vino e consorzi di tutela e ti aiuta a raggiungerle offrendoti un’utile mappa con il percorso.

Attraverso il sistema di notifiche push sarai sempre aggiornato su eventi e novità nel mondo del vino.

U

Permette di compiere ricerche dei vini attraverso parole chiave e individua i punti di interesse vicino a te.

Un altro dubbio che avevano le persone era senz’altro: “si va bene, ma per quello esiste già vivino”.
Siamo proprio sicuri che stiamo parlando della stessa cosa?
Dal nostro punto di vista NO ed ecco spiegato perché:

Il nostro obiettivo primario (che si sta evolvendo piano piano) è circoscritto alla Sardegna.
Proviamo a chiarire bene le idee.

scopri-il-vino-grazie-a-winepix-app

Vivino è senza dubbio un ottimo prodotto, ma il nostro intento non è mai stato quello di provare a fare un prodotto simile.

La prima cosa che balza all’occhio di utenti curiosi e con un minimo di attenzione è senz’altro che le nostre schede prodotto sono molto più strutturate e raccolgono informazioni utili.
Questo è reso possibile dal fatto che siamo in continuo contatto diretto con le realtà vitivinicole del territorio e teniamo aggiornati tutti i dati.

Non siamo interessati ad avere tutti i tipi di prodotti, ma miriamo a lavorare in maniera pragmatica ed efficace.

Non ci interessa fare numero “tanto per”, ma ci interessa fornire alla nostra community o a semplici utenti curiosi, le informazioni che stanno cercando in modo minuzioso, stando attenti agli aggiornamenti.

Non ci interessa che le schede rimangano impersonali, ma stiamo cercando di far vivere agli utenti la storia che c’è dietro a un vino, dietro al suo territorio di appartenenza.

Un’altra cosa che ci spinge è la passione e la voglia di raccontare storie di vino,
anche per questo sul nostro cammino è stato chiave l’incontro con Maria Luisa Delogu, sommelier professionista che ci ha aiutato ad ampliare la nostra rete di aziende partner e insieme alla quale abbiamo iniziato il nostro progetto del canale YouTube WinePIX Degusta. Il contenuto video nel tempo è diventato per noi veicolo per raccontare i dettagli tecnici dei vini e le storie dei produttori, promuovere eventi e dare voce e volti a momenti di vino.

Solo raccontando le storie possiamo accorciare le distanze tra produttori e consumatori e permettere ai nostri utenti di avere sempre a disposizione un servizio utile, snello e semplice da utilizzare.

Oggi WinePIX non è più una semplice app che riporta puramente schede tecniche e abbianmenti cibo/vino, ma è uno strumento, importantissimo per il mobile marketing, che permette alle aziende di accrescere la propria visibilità in maniera targetizzata e ben strutturata.

Basti pensare ai vantaggi che esistono a livello strategico e comunicativo nell’avere a disposizione una community pronta e fortemente interessata al mondo del vino.

Ma cosa ci ha spinto verso questa strategia di comunicazione? Perché diciamo che raccontiamo il vino?

Noi pensiamo che la tecnologia non sia un “qualcosa” di impersonale. Cosa intendiamo per impersonale?

Per noi non ha senso lasciare abbandonate a loro stesse le schede delle cantine o dei locali o ancor peggio dei vini. Non possiamo fermarci qui. Il nostro intento è quello di portare l’utente a capire cosa c’è dietro e non a livello tecnico, ma proprio a livello pratico.

Ci piacerebbe quasi far sentire gli odori, far assaporare quei vini, ancor prima di doverli acquistare.

È un discorso che sicuramente non si esaurisce qui, ma siamo fortemente convinti che vedere le facce delle persone che lavorano, le vigne, le cantine e quant’altro, oltre a raccontare tutto quello che avviene dietro le quinte, sia un forte impulso per lo sviluppo della comunicazione del vino.

Ma mica finisce qui…

STAY TUNED 😉

2016

raccontiamo il vino